Variabilità a prova di errore: ecco il sistema di magazzino automatico Trascar che sostiene l'affidabilità delle aziende competitive

Combinare efficientemente la variabilità dei prodotti all'affidabilità nella preparazione delle spedizioni si può. Ovviamente, se c'è Trascar a progettare e costruire per voi un magazzino automatico che realizzi in pieno questi obiettivi. Chi produce, ad esempio, ingredienti composti e semilavorati per pasticcerie e gelaterie con diverse centinaia di referenze disponibili a catalogo, sa benissimo che il proprio mercato richiede tanta flessibilità, quanta precisione nella consegna. Ridurre gli errori e velocizzare la movimentazione di 240 cartoni/h in entrata e in uscita, nonostante l'alta variabilità della composizione di ogni singolo pallet, è stato l'obiettivo ampiamente raggiunto da Trascar nel progetto realizzato per la GUIDO GIUSO Spa.

L'impianto Trascar parte dalla linea automatica di incartonamento dei sacchi di preparato tramite un robot antropomorfo. Dalle 4 linee di produzione, i cartoni vengono immessi attraverso trasportatori aerei su una linea di accesso al magazzino automatico, composto da 25 ripiani dinamici che lungo 80 metri di lunghezza e 14 metri di altezza ospitano cartoni di diversi formati e pesi in doppia fila. Ci pensano infatti i due miniload di Trascar, ognuno con due bracci telescopici lateriali, a stoccare e poi recuperare fino a 2 cartoni alla volta, seguendo la mappatura del WMS – Warehouse Management Software, che ottimizza le prestazioni del sistema di magazzinaggio automatico secondo le variabili a disposizione: posizioni, spazi, formati, prestazioni delle macchine. E analogamente, ottimizza la fase di composizione dei pallet a seconda della sequenza di carico camion, della destinazione e del vettore, ordinando di conseguenza la sequenza di prelievo dei cartoni. Un'etichettatrice automatica appone etichette standard o personalizzate sui cartoni prima dell'uscita. Gli operatori negli 11 canali di preparazione ordini attendono i cartoni per controllarli in peso, dimensioni e linea di produzione ai fini della tracciabilità del prodotto e per comporre il pallet.

Inclusi nella fornitura anche il magazzino semi-automatico per i pallet per la gestione delle materie prime e per i pallet pronti per la spedizione, recuperati da un trilaterale con uomo a bordo, guidato dal WMS in radio frequenza per localizzare il pallet giusto; e infine, l'impianto antincendio per il magazzino automatico, di tipo a schiuma per ottimizzare gli spari in altezza dei livelli, completo di vasca riserva idrica, pompe e miscelatore.