Il 2015 si chiude all’insegna dei segnali positivi per Trascar Utit nei settori tessile e nonwoven

L’azienda modenese ha realizzato oltre 20 impianti automatizzati personalizzati per aziende di primaria importanza (filature cotoniere, laniere, di fibre sintetiche e nonwoven) in Europa, America ed Asia, per un valore superiore agli 8 milioni di euro. Nel 2016 verrà sviluppata ulteriormente la rete commerciale in Nord America. Prossimo appuntamento la fiera DTG a Dhaka, Bangladesh, dal 28 al 31 gennaio 2016.

Nei settori tessile e nonwoven il 2015 si chiude all’insegna dei segnali positivi per Trascar Utit, azienda di Bomporto (Mo) specializzata nella progettazione, realizzazione e commercializzazione di sistemi automatizzati per la logistica, l’automazione di fine linea e la pallettizzazione. Negli ultimi dodici mesi, infatti, sono stati realizzati oltre 20 impianti personalizzati per aziende di primaria importanza (filature cotoniere, laniere, di fibre sintetiche e nonwoven) in Europa, America ed Asia, per un valore superiore agli 8 milioni di euro, un terzo del fatturato complessivo dell’Azienda. Italia, Germania, Turchia, USA, Bangladesh, Thailandia sono solo alcuni dei Paesi nei quali ha operato Trascar Utit nel 2015, fornendo soluzioni ‘chiavi in mano’ a nomi di riferimento internazionale quali Parrdale, Loro Piana e Kimberly Clark.

Segnali positivi da ITMA 2015
La recente partecipazione alla fiera ITMA 2015 ha confermato che i settori tessile e nonwoven stanno vivendo un buon momento a livello mondiale: i principali mercati sono in ripresa, e l’industria manifatturiera di riferimento mostra incoraggianti segnali di sviluppo. Nella principale vetrina mondiale dell’automazione tessile che si è tenuta a Fiera Milano Rho dal 12 al 19 novembre, Trascar Utit ha riscosso consensi ed apprezzamento per le proprie soluzioni innovative. Clienti e partners commerciali hanno potuto valutare l’efficacia dei sistemi di trasporto appositamente realizzati per aziende tessili cotoniere e laniere, grazie ai quali la movimentazione di spole e rocche di filato è integrata ad un dispositivo di soffiaggio ed aspirazione che mantiene pulito sia il sistema di trasporto sia il filato in produzione, rendendo la produzione più veloce e migliorando l’intero processo perché si riducono le possibilità di errore. Per le aziende del settore nonwoven Trascar Utit ha presentato i propri sistemi automatizzati per la movimentazione, l’etichettatura e la pallettizzazione di bobine di film. Per il 2016, dunque, è lecito attendersi un’ulteriore espansione della clientela e delle commesse: proprio per fronteggiare questi sviluppi, Trascar Utit sta estendendo e qualificando la propria rete commerciale, che già oggi copre tutti i principali mercati mondiali.

Trascar Utit in Nord America con Agenzia per il settore nonwovens
Grazie alla capillare diffusione della rete commerciale di Trascar Utit nel settore tessile, l’azienda sta guardando con interesse al mercato nordamericano del nonwoven, che presenta significativi margini di sviluppo. Dal prossimo anno, infatti, il nostro agente di zona si occuperà anche del settore nonwoven: dalla sua base di Charlotte (Nord Carolina), potrà servire il mercato USA fornendo assistenza tecnica e commerciale direttamente in loco. I clienti americani di Trascar Utit del settore nonwoven potranno inoltre disporre di un fornito magazzino ricambi, provvisto con tutto il materiale necessario a garantire un’assistenza puntuale ed efficace.

Appuntamento dal 28 al 31 gennaio a Dhaka, Bangladesh
Trascar Utit sarà presente, dal 28 al 31 gennaio 2016, alla fiera DTG che avrà luogo a Dhaka (Bangladesh). La fiera DTG rappresenta il principale appuntamento dedicato al settore tessile-abbigliamento del Bangladesh, uno dei maggiori Paesi produttori mondiali nonchè uno dei mercati di riferimento per Trascar Utit. La presenza in fiera è finalizzata a consolidare gli ottimi rapporti tecnici e commerciali già avviati nel Paese asiatico con le principali aziende produttrici di macchine tessili, grazie all’efficacia organizzativa, alla migliore qualità del prodotto ed ai significativi risparmi sui costi garantiti dalle soluzioni proposte dall’azienda modenese.