L'Industria 4.0 secondo Trascar: tracciabilità, sicurezza e automatizzazione per le farine di Molino Pivetti

È da brivido l'altezza operativa di 35 mt sulla quale scorrono i 3 trasloelevatori monocolonna, con una potenzialità di movimentazione di 150 pallet/ora per arrivare a una capacità di stoccaggio di 6000 pallet da max 1300 Kg/cad. Un fabbricato a lato ospita la gestione del picking manuale, la preparazione dei pallet plurireferenza e la spedizione. In quanto main contractor, il team Trascar si sta adoperando a Renazzo per far convergere nel miglior modo possibile tutte le diverse competenze tecniche che ruotano intorno alla creazione di un intero magazzino realmente innovativo.

Trattandosi di stoccaggio di sfarinati e semilavorati da cereali, la particolarità più pregnante del progetto riguarda il controllo dell'atmosfera del magazzino, dove l'ossigeno verrà sostituito dall'azoto al fine di azzerare il rischio di incendio potenzialmente causato da questi prodotti e anche allo scopo di aumentarne la qualità di conservazione. Ciò sarà ottenuto da un sistema di produzione azoto con immissione a un grado di purezza superiore al 95%; l'accesso al locale attraverso bussole a tenuta stagna permetterà di limitare l'entrata di ossigeno. Modalità e materiali di realizzazione della struttura portante sono stati scelti in modo da garantire sicurezza massima anche in caso di incendio proveniente da altre fonti, oltre che in caso di terremoti.

Per quanto riguarda la gestione informatica dell'impianto, Trascar ha realizzato un software su misura per la Molino Pivetti, partendo dall'integrazione con i gestionali esistenti e arrivando agli applicativi specifici per le funzioni del magazzino. Il WMS – Warehouse Management System gestirà il carico da magazzino su postazioni operative H24, con tracciabilità di ogni singolo pallet, gestione del riordino notturno ed ottimizzazione dei cicli di approvvigionamento. In entrata ci sarà anche un sistema di controllo della conformità dei pallet al magazzino automatico, che escluderà tutti i pallet non idonei rispetto alle specifiche.

Integrare in modo intelligente produzione, stoccaggio, movimentazione, tracciabilità e sicurezza: è questa l'Industria 4.0 secondo Trascar.